Bellaria Film Festival - Bellaria Igea Marina (RN) - ITALY

Cuori all’assalto. Storia di Raffaele e Cristina (2002)

di Bruno Bigoni

Regia: Bruno BigoniImmagini: Anna BiancoMontaggio: Luciano LarotondaMusiche: Paolo Dal MonteProduzione: Minnie Ferrara per la Minnie Ferrara & Associati e Stefano Mordini per la Kamera Film con la partecipazione di Tele+Distribuzione: Minnie Ferrara per la Minnie Ferrara & AssociatiNazione: Italiaformato: digitale durata: 55' ca.
Il piccolo porto di Pozzuoli raccoglie unatrentina di piccole imbarcazioni.Appartengono tutte ai pescatori chevivono nel borgo vecchio e che lavoranosu quel mare da sempre. Tra questi,Raffaele, uomo di poche parole,rispettatoe temuto da tutti. Con lui, Cristina, lasuacompagna, donna forte e risoluta, concuidivide vita, lavoro, affetti. Raffaele eCristina raccontano la loro storia fatta dimare, di pesca, di barche ma anche discontri, di violenze, di carcere, disofferenza. Soprattutto domina però illoroamore, passionale e assoluto, violento edolcissimo, che svela un’autenticità eunaforza inimmaginabili.“Ho conosciuto Don Raffaele l’annoscorsoal porticciolo di Pozzuoli. Mi ha colpitoprofondamente il racconto della sua vitaeil modo con cui affronta ogni giornoaffronta e risolve i mille problemi che lavita ci mette davanti. Ho iniziato così afrequentarlo, ad ascoltarlo, a seguirlonellesue uscite in mare. Il nostro rapporto,anche quando lo seguo a pesca, èregolato da un rispetto reciproco che staalla base di questo lavoro e che ne èl’essenza stessa. Questo affascinantecinquantenne, che parla solo napoletanoeche si muove nella sua barca consicurezza e determinazione, rappresentaper me l’anima di tutti questi pescatori, illoro spirito, la loro storia, il loro presente,il futuro. La vicenda umana di Raffaele siincrocia con quella di Cristina, la suacompagna, una donna enigmatica eaffascinante, che irrompe nella vita diRaffaele come una meteora,sconvolgendone modi e tempi. Il loroamore, travolgente e vulcanico, fatto digrandi slanci affettivi e violenti scontrifisici, sembra governato dalla gelosia edall’inevitabilità del destino personale,cheaccompagna, a loro avviso, ognuno dinoi.Insieme, Raffaele e Cristina, danno corpoa una sorta di “voce popolare” legata adantichi e radicati valori che nessunosembra in grado di modificare e chequesto lavoro vuole testimoniare.” (B.B.)
Bruno Bigoni, laureatosi in LettereModerne a Milano con Adelio Ferrero, ètrai soci fondatori del Teatro dell’Elfo concuilavora per anni come attore, ed è tra gliideatori e fondatori della rassegnaFilm-Maker di Milano. Nel 1983 esordisce(con Kiko Stella) col film Live; poi inizia lasua attività in campo documentaristicocon Nome di battaglia: Bruno che vince,nel 1987, il Festival del Nouveau CinemadiMontreal, il Salso film Festival, il PremioFilm-Maker. Nel 1990 fonda insieme aMinnie Ferrara e Kiko Stella la MinnieFerrara & Associati, società di produzionee distribuzione con cui realizza tutti i suoilavori seguenti. Collabora alla cattedra diStoria delle Teorie del Cinema, pressol’Università Cattolica di Milano. Veleno(1993) è in concorso al Festival diLocarnoe vincitore del premio Anteprima. Tra isuoi più recenti documentari ricordiamo:Amleto... frammenti con attori portatoridihandicap, Faber omaggio a Fabrizio DeAndré, Comizi d’amore 2000 omaggio aP.P.Pasolini. Dal 2001 è tra i registi de Lasquadra, RAI 3.
Vedi tutti i Film
Adria Web - Realizzazione Siti Internet Rimini