Bellaria Film Festival - Bellaria Igea Marina (RN) - ITALY

Il toro del pallonetto

di Luigi Barletta

Giovedi 26 Settembre
ore 16:00
Teatro Astra


CREDITS
Ideato e Diretto da Luigi Barletta
Prodotto da Zivago Film
in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà
Produttore Esecutivo Rino Sciarretta
Musiche Pasquale Scialò
Operatori di ripresa Luca Scarparo, Andrea Papa
Segretaria di edizione Giulia Sanità
Suono in presa diretta Luigi Carillo
Montaggio Riccardo Cannella
Compositing Marco Belli
Colorist Andrea Maguolo
Con
“Proxy” Roberta Riccio (La Nipote)
Nello Mascia (Antonio Caponi)
Franco Giovanni Iavarone (Pasquale Cafiero)
Con la partecipazione di
Clemente Russo, Tullio Pironti, Antonello Cossia, Nino Benvenuti, Luigi Necco, Ugo Gregoretti, Valerio Caprara, Patrizio Oliva
Una distribuzione
Istituto Luce Cinecittà
Italia 2018 / Italiano / Colore & Bianco e Nero / 55’
 
Italia, 2019 - 57’
Il film intende far luce su un personaggio noto solo a pochi specialisti del mondo della boxe: Joe Esposito, il Toro del Pallonetto. Attraverso il racconto della sua vita, sono ripercorsi alcuni tra i più importanti eventi storici del Novecento: dal fascismo alla Liberazione, dal processo migratorio verso l’America all’invasione sovietica dell’Ungheria. La leggendaria vicenda di Joe è stata ingiustamente macchiata per anni dallo scandalo scommesse, ma Giuseppe Esposito rappresenta una figura esemplare per la città di Napoli: uomo di umili origini che ha lottato per costruirsi un futuro, riuscendo a resistere e combattere contro ogni avversità di un infausto destino.
NOTE DI REGIA
Il Toro del Pallonetto racconta la parabola umana e sportiva di un immaginario boxeur, Joe Esposito, utilizzato come pretesto per ripercorrere i più importanti eventi storici del Novecento a Napoli. L’intento è stato quello di creare – attraverso la commistione di materiale di repertorio, interviste a personalità note, voce di commento fuori campo e alcune sequenze finzionali – la storia di un personaggio perfettamente credibile, che traesse ispirazione da diverse biografie di pugili e non solo, ma al contempo con caratteri di assoluta finzione che dessero alla storia vivacità e ritmo.
Il racconto delle incredibili vicende accadute a Joe Esposito permette allo spettatore di rivivere fasi cruciali della storia contemporanea: dall’epoca fascista alla Liberazione, dal processo migratorio verso l’America all’invasione sovietica dell’Ungheria, passando per il “laurismo” e il terremoto in Irpinia del 1980. Una speciale attenzione è stata rivolta alla creazione di una vera e propria aura mitologica intorno al protagonista, che fa assurgere Joe a eroe del presente, capace di affascinare il pubblico con la sua mirabolante vita. È questa la chiave che abbiamo cercato per trattare avvenimenti storici e problemi sociali con partecipazione emotiva e carica ironica.
Il materiale di repertorio dell’Archivio storico Luce ha svolto una funzione precipua nell’attribuire autorevolezza e veridicità alle vicende trattate; le interviste reali e inventate contribuiscono a far vivere allo spettatore con maggiore tensione il racconto della vita di un personaggio di fantasia dalle molteplici verità.

LUIGI BARLETTA
Sceneggiatore e regista, è docente di cinema presso l'Università degli Studi "Suor Orsola Benincasa" e l’Accademia di Belle Arti di Napoli. Ha realizzato documentari, cortometraggi di finzione, e spot sociali.
Nel 2001 ha vinto il premio “Massimo Troisi”, con il cortometraggio Andrea.
Nel 2007 realizza Il favoloso mondo di 'G.'. Il cinema di Ugo Gregoretti, ottenendo la menzione speciale al “Napolifilmfestival”.
Nel 2008 viene premiato al concorso nazionale di cortometraggi “3 minuti per la vita” con lo spot ‘Donare gli organi è dare vita’.
Nel 2009 realizza con l’artista Elise Florenty il film Gennariello, due volte, presentato al “Festival International de Cinéma de Marseille”.
Nel 2010 ha curato la campagna di promozione sociale nel Benin dell’ONG L.T.M. Laici Terzo Mondo.
Nel 2011 partecipa al film collettivo Il pranzo di Natale, coordinato dalla regista Antonietta De Lillo. Nel 2012 realizza per l’associazione Libera lo spot ‘Ti voglio, bene!’.
Nel 2014 realizza il documentario Sab Kuch Milega - Una storia con il sud.
Dal 2016 cura i video d’arte di Nicca Iovinella, presentati in musei e gallerie tra cui il Museo Archeologico Nazionale di Napoli.
Nel 2017 è coordinatore degli spot sociali realizzati per l’AIDO, Associazione Italiana per la Donazione di Organi e per l’associazione Bambini senza sbarre.
Collaboratore del Maestro Ugo Gregoretti per il cinema e il teatro dal 2004, è stato assistente alla regia nel documentario Napoli! Napoli! Napoli!, di Carlo Lizzani nel 2006.
Vedi tutti i Film
Realizzazione Siti Internet e Web Marketing Rimini | Adria Web