Bellaria Film Festival - Bellaria Igea Marina (RN) - ITALY

L'Italia chiamò

di Matteo Scanni, Leonardo Brogioni e Angelo Miotto

Regia: Matteo Scanni, Leonardo Brogioni, Angelo MiottoOperatore, montaggio: Matteo ScanniFotografia, ricerca iconografica: Leonardo Brogioni, Poliremo fotografiaMix audio: Matteo Scanni, Angelo MiottoGrafiche: Lorenzo Todeschini, Matteo ScanniMusica: Angelo Miotto, brani di Sebastiano Cognolato e di Philip GlassProduzione: ON/OFF produzioniContatti: ON/OFF produzionic/o ScanniPiazzale De Agostini 8 20146 Milano (Italia)onoff.doc@gmail.comOrigine: Italia, 2007Formato: MiniDv, coloreDurata: 47 min.
Quattro militari italiani che hanno partecipato alle missioni di pace in Bosnia, Kosovo e Iraq, cercano un difficile ritorno alla vita dopo essersi ammalati di tumore dormendo nelle caserme bombardate con proiettili all’uranio impoverito. Luca, Enrico, Angelo, Salvatore: quattro storie di solitudine e dignità, che si intrecciano in un destino che accomuna 2500 soldati colpiti dalla Sindrome dei Balcani, un male che ha già ucciso 164 giovani partiti per servire la divisa. Diario intimo di una generazione che rischia l’estinzione.Quattro storie viste nella quotidianità con gli occhi di chi è guarito, dopo trattamenti sfinenti di chemioterapia, dopo capelli e fiducia persi nella negazione continua delle istituzioni, o da parte di chi è rimasto senza un figlio e in casa non ride più da anni. Quattro soldati mandati a svolgere “il loro dovere”. Ma la missione più rischiosa non era sotto il fuoco nemico.
Angelo Miotto è giornalista professionista. Dal 1992 ha lavorato a Radio Popolare, è stato ideatore e curatore della trasmissione Pop line, linea di informazione e approfondimento quotidiano del pomeriggio, e dal 2006 ha ideato e realizzato Radiocronache: 34 inchieste radiofoniche sul territorio. Per Radio Popolare è stato inviato in America Latina, Europa, Italia e Spagna. Insieme a Giovanni Giacopuzzi è autore del libro "Storie basche". E’ autore dell’audio-installazione Irakifridom (con Elio de Capitani) e della video-installazione Stabat Mater (con Francesco Frongia). Da luglio 2007 è caporedattore all’agenzia di informazione PeaceReporter.Matteo Scanni è giornalista. Vive e lavora a Milano, dove coordina la redazione della Scuola di giornalismo dell’Università Cattolica e insegna Giornalismo d’inchiesta. Ha prodotto e diretto il reportage Il paese del maiale e nel 2006 il film O Sistema (Premio Ilaria Alpi 2006 – categoria Produzione). Con Angelo Miotto ha realizzato il documentario Cronache basche – Euskal kronikak (Premio Enzo Baldoni 2007). Per il teatro ha scritto Cinque pezzi fragili, Quel che resta di via Adda e il monologo radiofonico Il giornalista invisibile. Con Angelo Miotto e Gianluigi Gherzi è autore e interprete dello spettacolo "Errata corrige. Il giornale a teatro". Ha scritto inchieste e reportage per il Mondo, Corriere Lavoro, Corriere della Sera, l’Espresso, D Donna e Diario. E’ direttore del bimestrale di antropologia Achab.Leonardo Brogioni è nato nel 1965 a Firenze. Nel 1989 si diploma alla scuola di fotografia del Centro Formazione Professionale della Regione Lombardia "Riccardo Bauer" di Milano. Nel 1992 è uno dei venti fotografi europei selezionati per partecipare al “Kodak European Panorama of Young Professional Photography" ad Arles. Nel 1998 vince il Premio AFIP per la fotografia italiana di ricerca. Dal 1999 al 2002 scrive di fotogiornalismo sulla rivista “Progresso Fotografico”. Dal 2000 è docente di Fotogiornalismo all'Istituto Europeo di Design e dal 2006 alla Scuola di Giornalismo dell'Università Cattolica di Milano. E' uno dei fondatori dell'associazione culturale Poliremo. Attualmente la sua attività professionale si svolge all'interno del collettivo fotografico Polifemo Fotografia, dove si occupa di fotografia editoriale senza trascurare la ricerca fotogiornalistica personale.
Vedi tutti i Film
Adria Web - Realizzazione Siti Internet Rimini