Bellaria Film Festival - Bellaria Igea Marina (RN) - ITALY

Doble Forza

di Ogino Knauss

Regia: Manuela Conti, Lorenzo TripodiSoggetto: Lorenzo TripodiCamera: Manuela Conti, Lorenzo TripodiAssistente, secondo operatore: Jacopo MarianiFonico di presa diretta: Francesca MizzoniRicerche d’archivio, assistente: Serena Di PietroColonna Sonora originale: Francesca MizzoniMontaggio: Manuela ContiMissaggio: Michele LancubaPre-produzione: Lucrezia CippitelliOrganizzazione generale: Michele LancubaProduzione: Ogino Knauss, con il supporto di Novena Bienal de Arte de La Habana, CubaContatti: Ogino KnaussVia Erta Canina 56 50125 Firenze (Italia)Tel +39.0550112901 info@oginoknauss.orgwww.oginoknauss.orgOrigine: 2007Formato: MiniDv, colore Durata: 40 min.
Alamar è una città nella periferia di La Habana. E’ stata costruita negli anni Settanta con rudimentali tecnologie di prefabbricazione ereditate dai sovietici. Vi hanno lavorato squadre di autocostruzione composte da trentadue cittadini, le cosiddette microbrigadas.Oggi Alamar ha una popolazione di circa centomila abitanti. Doble Forza è un diario di viaggio che racconta la vita quotidiana nello spazio pubblico tra palazzoni anonimi e ripetitivi, enormi lotti trascurati da un’urbanizzazione incompleta, di cui la popolazione si è appropriata trasformandoli. Il film testimonia anche i vantaggi e i difetti del processo partecipativo di costruzione, mescolando voci degli abitanti e materiali d’archivio con impressioni catturate andando alla deriva nel paesaggio urbano.Nel 2006 il collettivo Ogino Knauss ha trascorso alcune settimane a Cuba, per produrre un live media set da presentare alla Biennale dell’arte dell’Havana, dove era stato invitato. Abbiamo avuto l’opportunità di esplorare una diversa incarnazione della moderna periferia urbana e una ideologia architettonica, temi ricorrenti nel nostro lavoro. Il risultato di questa esplorazione è Doble Forza, un film low budget che costituisce il pilota di una serie di reportage sull’ ideologia modernista e sulle pratiche quotidiane che abitano e trasformano la periferia urbana.
Ogino Knauss è un collettivo di videomaker attivo dal 1995. Nato come laboratorio di cinema mutante, ha praticato nel corso degli anni una deriva costante tra i linguaggi e le pratiche della comunicazione. Nei progetti più recenti l’attenzione del gruppo si concentra sugli influssi della globalizzazione sul paesaggio urbano, sviluppando pratiche innovative di ascolto e descrizione dei processi culturali della città.Manuela Conti è nata nel 1969 a Urbino. E’ architetto, fotografa, videomaker e graphic designer. Sviluppa ricerca sui linguaggi audiovisivi sin dal 1995, quando fonda il collettivo Ogino Knauss. La sua produzione spazia tra le più varie forme di espressione. Come VJ e visual artist sviluppa numerose collaborazioni con musicisti e performers come Autechre, Kinkaleri, Luomo, Masami Akita and Zbigniew Karkowsky.Lorenzo Tripodi è nato nel 1964 a Napoli. Ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Progettazione urbana all’Università di Firenze, studiando le trasformazioni dello spazio pubblico in relazione ai processi di globalizzazione. Cofondatore di Ogino Knauss, ha esperienza come regista indipendente e videoartista. Il suo primo lungometraggio come sceneggiatore, BB e il Cormorano di Edoardo Gabbriellini, è stato selezionato alla Semaine de la critique (Festival de Cannes 2003).
Vedi tutti i Film
Adria Web - Realizzazione Siti Internet Rimini