Bellaria Film Festival - Bellaria Igea Marina (RN) - ITALY

Bollani meets Buster Keaton

Premiazioni + concerto finale


Domenica 28 maggio 2017

21.00 | Parco culturale La Casa Rossa di Alfredo Panzini
PREMIAZIONI 35° BELLARIA FILM FESTIVAL

Al termine di quattro giorni di proiezioni, il 35° Bellaria Film Festival premia i film vincitori dei due concorsi Italia Doc e Casa Rossa Art. Sono diciotto in film in competizione per i due premi principali e le due menzioni intitolate a Gianni Volpi e Paolo Rosa.


a seguire 
STEFANO BOLLANI MEETS BUSTER KEATON
sonorizzazione live del film Come vinsi la guerra
di Buster Keaton e Clyde Bruckman
con Buster Keaton e Marion Mack (Stati Uniti 1926, 70')
musiche originali dal vivo: Stefano Bollani

Due sono le cose importanti nella vita del macchinista Johnnie Gray: l’amata Annabelle Lee e “il Generale”, la locomotiva di cui è altrettanto innamorato. La Guerra di secessione americana manda però a rotoli l’idillio, perché Johnnie non riesce ad arruolarsi nell’esercito sudista suscitando così lo sdegno della fidanzata e di tutta la sua famiglia. Come se non bastasse, un commando nordista decide di rubare il Generale sequestrando, insieme alla locomotiva, anche Annabelle. A Johnnie non resta altro da fare che lanciarsi disperatamente all’inseguimento, anche a costo di lottare da solo contro le forze nemiche.
Ispirato a fatti incredibilmente accaduti, Come vinsi la guerra (The General) è l’ultimo lungometraggio a cui Keaton ha lavorato come regista ed è uno dei suoi film più riusciti “per l’armonia della costruzione e del ritmo, lo splendore degli spazi aperti, la ricchezza delle invenzioni, la cura maniacale della ricostruzione ambientale” (Il Morandini). Considerato uno dei capolavori del cinema muto, nel 1989 è stato uno dei primi venticinque film scelti per la conservazione nella Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.
Al termine delle premiazioni del 35° Bellaria Film Festival, nella suggestiva cornice del Parco culturale La Casa Rossa di Alfredo Panzini, Come vinsi la guerra viene proiettato come evento speciale di chiusura, con l’accompagnamento musicale di Stefano Bollani. Pianista e compositore dallo straordinario successo internazionale, Bollani torna a confrontarsi con il film, per cui ha già scritto una colonna sonora nel 2010. Assecondando il talento comico di Keaton e il suo trascinante spirito d’avventura, in questa nuova performance lascia campo libero alle proprie doti di virtuoso dell’improvvisazione e interagisce in tempo reale con le immagini. Rincorrendo Johnnie Gray e la locomotiva nelle loro frenetiche fughe attraverso il Tennessee, finirà così per comporre sul momento ed eseguire al pianoforte una colonna sonora completamente nuova.
 
Buster Keaton (Joseph Frank Keaton IV, Piqua 1895 – Woodland Hills 1966) è uno degli artefici della stagione d’oro del cinema hollywoodiano. James Agee lo ho definito “il più muto dei comici del muto” aggiungendo: “Senza sorridere mai, con la sua faccia immobile e triste come un dagherrotipo, ha inventato alcune delle commedie più incredibili della storia del cinema, splendide e geniali”.
 
Stefano Bollani (Milano 1972) ha all’attivo collaborazioni con Chick Corea, Richard Galliano, Caetano Veloso, Hector Zazou ed Enrico Rava, insieme al quale ha inciso tredici album. Si è inoltre esibito in tutto il mondo con numerose orchestre sinfoniche, vincendo il disco di platino per la sua esecuzione della Rapsodia in blu di Gershwin con l’Orchestra del Gewandhaus di Lipsia diretta da Riccardo Chailly. Nel 2010 è stato insignito della laurea honoris causa dal prestigioso Berklee College of Music.


Adria Web - Realizzazione Siti Internet Rimini