Bellaria Film Festival - Bellaria Igea Marina (RN) - ITALY

I film del BFF a Roma

8-11 giugno 2017

#BaR • Bellaria a Roma
Cinema Farnese Persol
piazza Campo de’ Fiori, 56

Per quattro giorni, il Cinema Farnese Persol di Roma proietta i film vincitori dell’ultima edizione del Bellaria Film Festival e una selezione delle opere presentate a Bellaria negli ultimi anni.

GIOVEDÌ 8 GIUGNO
ore 19
concorso Casa Rossa Art Doc 2017
Playback. Il caso Malien
di Roberto Giglio
Italia 2016, 52 minuti

Un cantautore romano, alle prese con le difficoltà legate alla realizzazione di un nuovo disco, viene a sapere da un giornalista che le canzoni d’amore italiane più famose potrebbero non essere di chi le ha firmate, ma di un genio, di nome Alberto Malien, di cui da anni non si sa più nulla. Incuriosito dalla notizia bizzarra, il cantautore sospende momentaneamente il suo lavoro, per avviare una propria indagine sul caso. I contributi e le insperate testimonianze di personaggi celebri – tra cui Renzo Arbore, Patty Pravo, Daniele Silvestri e Giancarlo Magalli – diventeranno fondamentali per la ricostruzione dei fatti e per una riflessione sul valore della musica, oggi, e dell’arte in genere.

ore 21
premio Casa Rossa Art Doc 2016
Nicola Costantino. La artefacta
di Natalie Cristiani
Argentina-Italia 2015, 75 minuti

Nicola Costantino è una delle più controverse e ammirate artiste sudamericane. Contraddistinta da un immaginario macabro ispirato alla violenza della storia argentina, è divenuta celebre con opere provocatorie come calchi di feti animali, saponette fabbricate con il grasso delle liposuzioni, collezioni di scarpe, borse e cappotti che paiono fatti di pelle umana. Natalie Cristiani debutta alla regia con un tributo a quest’artista che continua a stupire il pubblico di tutto il mondo con la sua visione oscura e misteriosa dell’arte e del corpo. Il film ricostruisce la sua preparazione alla 55a Biennale d’arte di Venezia e offre uno straordinario ritratto della sua personalità e del suo processo creativo.


VENERDÌ 9 GIUGNO
ore 19
menzione “Paolo Rosa”, Casa Rossa Art Doc 2017
Tomba del tuffatore
di Yan Cheng e Federico Francioni
Italia 2016, 30 minuti

Un uomo cade nel nulla. In un museo del ventunesimo secolo, sul coperchio di un’antica tomba greca, il Tuffatore di Paestum viene colto nell’atto estremo, sospeso, del volo: il passaggio dalla vita alla morte; dal fisico al metafisico. Intorno a lui, turisti venuti in pellegrinaggio da tutto il mondo. Nella sua vorticosa caduta esploriamo un paradiso artificiale, la Costiera amalfitana, in cui il tempo è indistinto: uomini e donne vagano tra le rovine del passato, spettacoli ed eventi emblematici. In questa immersione verso il nulla, però, cresce una domanda: chi è, veramente, il tuffatore contemporaneo? Per rispondere a questa domanda il film ci conduce in un’esplorazione che va dalle cartiere abbandonate di Amalfi alla demolizione dell’ecomostro di Alimuri, alle antiche ville di Ravello, con la partecipazione straordinaria di Maria Pia De Vito e del gruppo Il Pergolese.

ore 21
premio Casa Rossa Art Doc 2017
Hidden photos
di Davide Grotta
Italia 2016, 68 minuti
lingua originale: khmer (v.o. sott. ita)

A quarant’anni dall’inizio del regime dei Khmer Rossi, Kim Hak, giovane e talentuoso fotografo cambogiano, cerca un nuovo immaginario per il suo Paese. La sua carriera inizia da alcune fotografie di famiglia nascoste sotto terra dalla madre prima della guerra e ritrovate solo dopo la sconfitta dei Khmer Rossi: le immagini di Hak ci porteranno in una Cambogia fuori da qualunque luogo comune. Intanto Nhem Ein, fotografo di regime dei Khmer Rossi che ha ritratto le vittime del genocidio di Tuol Sleng in circa 14.000 scatti, vuole affermarsi come imprenditore del cosiddetto dark tourism. Una delle sue idee su come trarre profitto da quelle macabre testimonianze ci sorprenderà amaramente. 

ore 22.30
concorso Italia Doc 2017
Sopra il fiume
di Vanina Lappa
Italia 2016, 74 minuti

«Noi siamo troppo all’antica, quello è il problema. Noi guardiamo la luna, guardiamo troppe cose.» Così viene detto ad Angelo, un giovane cameriere che vive a Caselle in Pittari, piccolo comune che sorge su una conca del fiume Bussento, nel Cilento meridionale, ai piedi di una montagna sacra: qui si trova la grotta di San Michele e all’interno, dice la leggenda, è custodito un lontano segreto. Il paese sembra vivere in un tempo sospeso, ancorato a rituali più o meno antichi, come l’uccisione del maiale, la mietitura del grano, oppure la campagna elettorale, vissuta dagli abitanti come un palio rionale. Il ragazzo segue con partecipato distacco. Si confronta con un uomo più grande, che come lui si chiama Angelo: un barista che da dietro il suo bancone gode di un punto d’osservazione privilegiato sulle dinamiche del paese. I due sognano e allo stesso tempo temono la fuga, spaventati al pensiero che andando via possano perdere tutto quello che sono.


SABATO 10 GIUGNO
ore 19
menzione “Gianni Volpi”, Italia Doc 2017
See you in Texas
di Vito Palmieri
Italia 2016, 74 minuti

Silvia e Andrea hanno poco più di vent’anni, sono innamorati. Vivono in Trentino. Come molti coetanei, amano andare per locali con gli amici e sono costantemente connessi ai social network. Diversamente dai loro amici, all’indomani di una notte brava, non potranno dormire fino a tardi, ma dovranno svegliarsi all’alba. I due ragazzi, infatti, hanno una fattoria e le loro giornate sono scandite da una routine implacabile. Oltre a quella per gli animali, Silvia coltiva anche la passione per il reining, una disciplina equestre per cui si allena duramente. Quando le si presenta l’occasione di andare a perfezionarsi in un ranch del Texas, Silvia va in crisi e non cosa fare: partire e mollare tutto o restare?

ore 21
premio Italia Doc 2017
Sagre balere
di Alessandro Stevanon
Italia 2017, 75 minuti

Omar cresce nella periferia di Milano ed è destinato a fare il carrozziere, ma negli anni d’oro del liscio si lascia ispirare dalle voci ascoltate nella più grande discoteca d’Italia, lo Studio Zeta, e proprio da lì inizia la sua carriera di cantante di musica da ballo. Dopo alcuni anni conosce Adele, suo grande amore e manager, che lo trasforma in un’icona capace di riempire piazze, locali e feste di paese. Il film racconta la loro storia, riprendendoli durante il lungo tour che li ha condotti attraverso l’Italia del Nord nel decimo anno di attività della loro orchestra. A scandire questo road movie sono le voci della più famosa radio italiana dedicata al genere e di Angelo Zibetti, patron dell’emittente e proprietario del mitico Studio Zeta. Lui, che ha scoperto Omar vent’anni fa, oggi lo incorona re di una forma di intrattenimento che sembra alle battute finali: alla fine del tour Omar decide di chiudere l’orchestra, mentre Angelo vende la sua amata radio a un grande network nazionale. 

ore 22.30
concorso Italia Doc 2016
Showbiz
di Luca Ferrari
Italia 2015, 75 minuti

Showbiz racconta il lato B della Grande bellezza. I protagonisti sono quattro personaggi che hanno vissuto il passato e il presente delle tv romane: Massimo Marino, Riccardo Modesti, Stefano Natale e Schultz. Epigoni di Jep Gambardella, si muovono tra le feste e i locali notturni della capitale. La sera ballano, ma di giorno vivono una quotidianità fatta di piccoli abitudini. Sullo sfondo c’è la Roma della Magliana, della tangenziale Est, dei bar attorno al Raccordo anulare. E ci sono le serate al Diva Futura, i karaoke stonati, i concorsi di Miss Intimo e Miss Tanga a Fiano Romano o Ronciglione. Prodotto da Valerio Mastandrea e KimeraFilm, il film presenta quattro storie da commedia all’italiana, in cui riecheggia il rumore degli anni Ottanta.


DOMENICA 11 GIUGNO
ore 19 (replica straordinaria)
concorso Casa Rossa Art Doc 2017
Playback. Il caso Malien
di Roberto Giglio
Italia 2016, 52 minuti

Un cantautore romano, alle prese con le difficoltà legate alla realizzazione di un nuovo disco, viene a sapere da un giornalista che le canzoni d’amore italiane più famose potrebbero non essere di chi le ha firmate, ma di un genio, di nome Alberto Malien, di cui da anni non si sa più nulla. Incuriosito dalla notizia bizzarra, il cantautore sospende momentaneamente il suo lavoro, per avviare una propria indagine sul caso. I contributi e le insperate testimonianze di personaggi celebri – tra cui Renzo Arbore, Patty Pravo, Daniele Silvestri e Giancarlo Magalli – diventeranno fondamentali per la ricostruzione dei fatti e per una riflessione sul valore della musica, oggi, e dell’arte in genere.

ore 21
proiezione speciale, in collaborazione con DIG | Documentari Inchieste Giornalismi
Ustica. Il missile francese
di Emmanuel Ostian

Sono ormai passati 37 anni dalla strage di Ustica, ma sulle cause di quel disastro aereo che ha portato alla morte delle 81 persone manca ancora una verità ufficiale. Il Bellaria Film Festival riapre il dibattito su uno dei capitoli più bui della recente storia italiana presentando un documentario-inchiesta che ricostruisce gli eventi di quella notte: la tragica fine del DC-9 in volo tra Bologna e Palermo, i pesantissimi depistaggi successivi e le probabili responsabilità del governo di Parigi in quello che sembra, a tutti gli effetti, un episodio di guerra non dichiarata nei cieli del Mediterraneo. Presentato in forma progettuale ai DIG Awards nel 2015, il documentario Ustica. Il missile francese è stato poi trasmesso in Francia su Canal+ e in Italia da Matrix, su Canale 5. 

a seguire
vincitore Italia Doc 2014
Centoquaranta. La strage dimenticata
di Manfredi Lucibello
Italia 2013, 73 minuti

Livorno, 10 aprile 1991: a poche miglia dal porto, il traghetto Moby Prince si scontra con la petroliera Agip Abruzzo. Un solo superstite, centoquaranta morti. La prima tesi, rimasta nella memoria collettiva, è legata all’errore umano: l’equipaggio guardava la partita di calcio. Il caso è stato archiviato nel 2010, come nei precedenti processi, senza colpevoli. Attraverso le immagini d’archivio e le testimonianze dei familiari delle vittime del Moby Prince, emerge una storia fatta di manomissioni, depistaggi e inquietanti scoperte.

Ingressi
Visione singola 5 euro, doppia visione 8 euro
Ustica. Il missile francese: ingresso libero

Informazioni
www.cinemafarnesepersol.com

 



Adria Web - Realizzazione Siti Internet Rimini